×
GUARDA IL VIDEO Chiudi Menù Laterale
Avvia la ricerca
La tua città online Cinema ed Eventi Luoghi ed utilità
LaNostraPistoia.it
Curiosità

LA PISTOLA E PISTOIA
Data 10 Ottobre 2019

LA PISTOLA E PISTOIA

Non sarà un gran vanto perché si tratta di uno strumento di guerra, ma c’è un’arma, la pistola, che dalla nostra città ha derivato il suo nome. E lo testimonia pure il Vate:

Or placato è nel suo marmo senese,
fuor d’ogni parte, il buon Giureconsulto;
e stanno intorno a lui nel marmo sculto
gli alunni che animò Cellin di Nese.
È in pace la città del Pistolese
di lama corta. Intorno al suo sepulto
dorme, né vede sul sepulcro occulto
sorridere la bella Vergiolese.

Questo ed altro scrive Gabriele D’annunzio su Pistoia in Le città del silenzioPistoia I, compreso nel suo libro Elettra, del 1903. Anche lui come il Sommo Poeta, ovvero Dante Alighieri, volle dedicare dei versi a Pistoia e in questi fa appunto riferimento al “Pistolese di lama corta”. Ma cos’era esattamente? Si trattava di un’arma, per la precisione un pugnale a lama corta e larga, a due tagli, che serviva a colpire di punta ed il cui uso era molto diffuso tra la metà del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento. Se ne parla anche in vari altri testi, come “Monomachia. Trattato dell’arte di scherma” (1530) del Maestro Altoni, in cui si dice “il pugnale Pistolese detto da Pistoia dove fu trovato, o dove fu più exercitato che altrove”. È più probabile che invece – come molti ipotizzano – fosse chiamato così perché qui da noi questo tipo di arma da taglio veniva proprio prodotto, dato che nel Medioevo a Pistoia erano fiorenti e famose le fabbriche d’armi. Con ogni probabilità proprio dal nome della nostra città è derivato poi il termine “pistola”, con cui si denominò un’altra arma, non bianca ma da fuoco, ovvero un tipo di scoppietto molto più piccolo dell’archibugio, che si poteva usare con una mano sola e che è ragionevole supporre sia stato inventato anch’esso a Pistoia nel 1545. I Tedeschi l’usarono in Francia contro i Francesi al tempo di Enrico II, e i reîtres (dal tedesco Reiter, letteralmente cavaliere), che per primi portarono la pistola nata a Pistoia, si chiamavano infatti pistoliers.

Commenti degli utenti iscritti su Facebook