×
GUARDA IL VIDEO Chiudi Menù Laterale
Avvia la ricerca
La tua città online Cinema ed Eventi Luoghi ed utilità
LaNostraPistoia.it
Punti di interesse

Il Santuario di Valdibrana
Data 27 Dicembre 2019

Il Santuario di Valdibrana

A Pistoia – nell’ambito della Diocesi – ci sono dei santuari, sorti dove la Madonna ha fatto la sua apparizione: questi luoghi nei secoli son divenuti meta di costante pellegrinaggio da parte dei fedeli ed espressione della loro devozione alla Madre di Cristo. Non si tratta solo dei due che si trovano nel centro storico, la Basilica della Madonna dell’Umiltà in via della Madonna e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, o del Letto, in piazza San Lorenzo; ce n’è infatti un terzo, forse quello che è maggiormente oggetto di visite per rendere omaggio a Maria: il Santuario della Madonna delle Grazie, posto a un crocevia a Valdibrana, un paesino a soli quattro chilometri da Pistoia, sulle nostre colline.
Qui il viavai di devoti che affluiscono dalla città e dalla montagna è continuo, specie nel mese di maggio, il mese mariano (dedicato alla Madonna), ma i pellegrini vi giungono da tutta la Toscana, per accendere una candela, fare un voto alla Vergine e pregare: in tutto si arriva a circa un migliaio di persone all’anno. Al Santuario di Valdibrana il culto della Madonna è una tradizione che risale al XIV secolo: per la precisione nel 1348, durante una tremenda epidemia e nel pieno delle lotte tra fazioni, dopo l’apparizione della Vergine a una pastorella, si ritrovò un affresco che la ritraeva, sotto a pietre e sterpi, sperduto nella campagna. Cominciarono da allora i numerosi miracoli a lei attribuiti e nel 1650, al posto del piccolo oratorio che conserva questa immagine, fu costruito il santuario che esiste tutt’oggi. All’interno, dietro l’altare, tanti ex-voto, a testimoniare le numerose grazie ricevute, e la pietra su cui la Madonna apparve alla piccola pastorella, che fedeli e malati possono toccare nel rivolgerle una preghiera.
Valdibrana con il suo Santuario si può dunque definire la nostra “piccola Lourdes”.

Commenti degli utenti iscritti su Facebook